AIESGRAF - Associazione italiana educazione sanitaria grafologica

Contatti | Privacy | Links
subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link
subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link
subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link
subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link
subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link
subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link
subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link
subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link

Aforismi


educazione sanitaria attraverso la grafsintomologia

Premessa La grafsintomologia(http://www.grafsintomologia.eu http://www.grafsintomologia.eu) può essere ben compresa fra le tecniche espressive-sanitarie . Parlare di Tecniche espressive significa entrare nell'ambito della medicina non convenzionale, in un mondo che guarda all'essere umano nella sua globalità, che ha quindi una visione olistica dell'individuo, dove non esiste un corpo da una parte e una mente dall'altra, ma il rapporto, gli scambi, la continuità tra mente e corpo sono in primo piano. E l'elemento che rende possibile agire ed intervenire su questa continuità è l'uso dell'espressività. Espressività significa esprimere, portare fuori di noi qualcosa che sta dentro. Solitamente siamo abituati a fare questo con le parole, dentro di noi c'è un pensiero, un sentimento, un problema e lo esprimiamo con il linguaggio verbale. Ma questo è solo un modo: ce n'è un altro che è quello non verbale, cioè esprimere quello che c'è dentro con il corpo che si muove (e allora passeggiamo nervosamente o saltiamo di gioia), con il corpo che produce suoni (e allora alziamo la voce o borbottiamo o fischiettiamo soddisfatti), con il disegno (quanti di noi nei momenti di attesa al telefono o quando siamo tesi, si mette a disegnare o a scarabocchiare su di un foglio) , con la scrittura ( i cui segni sono sintomatici di tracce, di ferite ,segnaletiche di simboli spezzati, ovvero di sofferenze e di malattie, magari non immediatamente note allo scrivente,segni quindi eminentemente preventivi) Di tutto questo e dei sintomi di malattie organiche si tratterà nel workshop del secondo veek end di NOVEMBRE 2017, presso Forte dei marmi . Per informazioni v. paolobrondi@tin.it

educazione sanitaria attraverso la grafsintomologia


 

LOGO AIESGRAF

Torna indietro
Informazioni | Contatti | Privacy| Webmaster | ©2005 Web Design Luca Martinelli