AIESGRAF - Associazione italiana educazione sanitaria grafologica

Contatti | Privacy | Links
subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link
subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link
subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link
subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link
subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link
subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link
subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link
subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link

Articoli


Ambiente educativo e promozione umana

La disarmonia fra razionalità e affettività,spesso indotta, paradossalmente, dagli stessi ambienti educativi , mentre invalida il funzionamento del sistema educativo,anche provoca effetti di vulnerabilità psichica nei suoi destinatari, avvertibile per diversi segni fra i quali, quelli meno noti, ma significativamente sintomatici , come la temporalizzazione, la spazializzazione, la proiezione di sé nella gestualità manuale, facciale, prossemica, grafica: può essere dominante una sola dimensione del tempo, non la totalità; può prevalere la verticalità e non l’orizzontalità, il distanziamento, non l’avvicinamento.
Una delle più dirette espressioni di simili determinazioni è senz’altro la forma più genuinamente proiettiva dei vari fattori di personalità: la scrittura.
Perché molti giovani, soprattutto ragazze, scrivono così ?
Con un gesto grafico prevalentemente regressivo, cerebello-midollare; con debole espansione in zona superiore ed inferiore e maggior appiattimento in zona media; con movimenti essenzialmente centripeti, ritornanti:segni tutti che denotano inesperienza nell’aprirsi al presente, alla storia, e ostinata difesa di ciò che è già dato, già scontato; significano isolamento narcisistico(lo segnalano gli ovali appiattiti, i convolvoli, gli spazi interparola ); senso irrealistico del proprio sé ( lo indicano i i tratti spezzati, gli accorciamenti inferiori, i tagli-t assottigliati e declinanti); scarsità di pathos socializzante e quindi impreparazione al passaggio da una spazialità verticale(..di dipendenza da…) ad una orizzontale(..d’apertura a…).
Sono grafie sintomatiche d’indubbio disagio esistenziale e perfino di patologia. La patologia è rappresentata dall’inversione del rapporto fra spazio di esperienza e orizzonte di aspettativa, nel senso che la prospettiva inghiotte in sé l’esperienza: il futuro perde il suo significato simbolico di tempo dell’immaginazione, della speranza, dell’attesa e diventa coazione e interdizione dell’esperienza.
Ne deriva l’opportunità di un esame approfondito degli ambienti educativi in ordine alla loro capacità, o meno, di individuare i segni del disagio giovanile e di garantire la promozione umana.


Ambiente educativo e promozione umana


 

LOGO AIESGRAF

Torna indietro
Informazioni | Contatti | Privacy| Webmaster | ©2005 Web Design Luca Martinelli