AIESGRAF - Associazione italiana educazione sanitaria grafologica

Contatti | Privacy | Links
subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link | subglobal1 link
subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link | subglobal2 link
subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link | subglobal3 link
subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link | subglobal4 link
subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link | subglobal5 link
subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link | subglobal6 link
subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link | subglobal7 link
subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link | subglobal8 link

Articoli


Espressività negata

I sistemi sociali complessi, estremamente mutevoli e intensi per un massiccio flusso di stimoli e di segnali, mentre propongono, soprattutto per via mediatica, facili esempi del trionfo della espressività, nei modi dell’ amore, dell’amicizia, della presenza , in realtà educano ad un preoccupante, dilagante immaginario mondo, intessuto di forme astratte , irrealizzate.
Ne deriva un notevole abbassamento del gusto e del piacere della ricerca, della esplorazione della realtà concreta , con inevitabili frustrazioni e ripiegamenti dell’individuo al suo interno.
Analogamente , la strumentalità della tecnicizzazione generale , nonchè l’apparente facile disponibilità di nuove risorse, finisce per sterilizzare o paralizzare gli slanci, i sogni giovanili , con difficile e improbabile recupero di contenuti profondi (autonomia, sicurezza, senso) o l’individuazione di precisi e praticabili percorsi per la soddisfazione dei bisogni via via emergenti . Nel regno della fragilità relazionale e del pensiero debole , nel reale vuoto di prospettive offerte dal più ampio sistema di rapporti sociali, si hanno effetti reattivi di attaccamento alla famiglia d’origine ; di un bisogno insoddisfatto di sicurezza e di autoaffermazione ; fenomeni tutti che provocano una instabilità della dimensione espressiva.
Molti degli atteggiamenti e dei comportamenti giovanili appaiono di adattamento o di risposta reattiva alle esigenze poste dalla differenziazione sociale e culturale Gli obiettivi di grande portata(..pace…giustizia..)appaiono mete che astraggono dai concreti riferimenti relazionali sia che si tratti di rapporti elementari, sia che si tratti di rapporti secondari di gruppo relativamente organizzati. In tal modo una grande quantità di energia viene impiegata per dar luogo a rappresentazioni sociali destinate all’ “inutilità pratica”
Di fronte allo smarrimento di contesti rassicuranti crescono manifestazioni di espressività reattiva; di fronte alla incapacità di rinvenire e custodire un senso per ciò che è “trascorso”, la riflessività diviene reattiva e senza prospettiva.
Il risultato è uno schiacciamento, un ripiegamento del soggetto su se stesso, incapace di giocare l’espressività nella relazione e la riflessività nella storia.
E si ha quella regressione infantile che si declina nella predominanza dell’attività fisica ; nella fissazione ai genitori ; in manifestazioni di fabulazione, di soggettivismo, di carenza di senso critico; di moti di ostinazione e suggestionabilità e, talvolta , orientati a distruggere , a negare la vita perfino ai propri simili.
Da qui la massiccia presenza nella scrittura adolescenziale e giovanile dei segni infantili, puerili e di un maldestro uso dello spazio grafico..segni che , mentre richiedono un lungo processo di rieducazione calligrafica anche evocano il superamento, mediante opportuno appoggio psicopedagogico ,della generalizzata indifferenza e abulia giovanile.
Paolo Brondi

Espressività negata


 

LOGO AIESGRAF

Torna indietro
Informazioni | Contatti | Privacy| Webmaster | ©2005 Web Design Luca Martinelli